(IN) Netweek

LECCO

Le neoformazioni e le cisti della mano e del polso: cosa sono e come si curano

Share

In cosa consistono

Le neoformazioni a livello delle mani e dei polsi sono condizioni abbastanza frequenti e di comune riscontro, soprattutto in pazienti giovani e soprattutto di sesso femminile. Spesso sono completamente asintomatiche. Sono quasi sempre di natura cistica. La cisti è una tumefazione di natura non tumorale ripiena di liquido sinoviale. Questo liquido è un lubrificante che si trova all'interno delle articolazioni e nelle guaine dei tendini. Le cisti sono un disturbo estremamente comune. Nella maggior parte dei casi compaiono sul dorso del polso, meno frequentemente sul versante palmare o alla base del pollice, a volte a seguito di traumi o cadute, altre volte senza una causa apparente. I paziente molto spesso riferiscono dolore che compare dopo uno sforzo. Le dimensioni variano nel tempo e talvolta, si riducono fino alla transitoria scomparsa della cisti. Per la diagnosi è sufficiente la visita dello specialista, anche se in certi casi può essere utile un esame ecografico.

Trattamento

se la cisti non provoca dolore o non limita il movimento, è sufficiente controllare che non aumenti di volume e monitorizzarla evitandone l’asportazione. Se, invece, i sintomi sono frequenti o intensi, con spesso limitazioni funzionali su base algica, è indicato asportarla chirurgicamente. L'intervento, che dura circa 15 minuti, viene effettuato in Day Hospital con l'anestesia del solo arto superiore. E’ possibile eseguire tale procedura anche in artroscopia eseguendo solo due piccolissime incisioni vicine alla cisti. Nonostante l'intervento sia il metodo più affidabile di trattamento, la ricomparsa della tumefazione è comunque possibile, anche se rara. Solo raramente le neoformazioni alle mani sono di altra genesi e natura, ed in questi casi, spesso servono esami strumentali per inquadrarle meglio e per valutare di conseguenza il tipo di trattamento più opportuno, quasi sempre di natura chirurgica.

Leggi tutte le notizie su "Lecco"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 05 Giugno 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.