(IN) Netweek

LECCO

Estate al mare con l’amico a 4 zampe

Share

Il cane ormai è membro effettivo della famiglia ed è usanza comune portarlo con sé in vacanza. Per chi ha come meta il mare ricordiamo che non tutte le strutture ammettono gli animali, quindi è bene informarsi prima di programmare la partenza su quali sono le spiagge e gli alberghi che accettano i nostri amici pelosi. Se per il cane si tratta della prima volta al mare consigliamo di far prendere prima confidenza con l’acqua di fiume o di lago basta che l’acqua non sia troppo fredda; fare delle prove dove non ci sono onde e lontano dalla confusione del bagnasciuga. Ci sono razze che appena vedono l’acqua impazziscono, come i Labrador, altre invece più timorose. E’ bene mai forzare l’entrata in acqua se l’animale non se la sente.

Tenere gli animali in zone ombreggiate e fresche, evitando sempre le ore più calde per ridurre il rischio di colpi di calore. I cani non sudano come noi ma disperdono il calore respirando con la bocca aperta e solo in piccola parte traspirano dai polpastrelli; nelle giornate calde e umide questo meccanismo di dispersione è meno efficace. Lasciare sempre acqua fresca a disposizione e rinfrescare con bagni o docce i nostri amici. Tosare il cane è controproducente poiché il pelo funge da isolante termico, proteggendolo dal calore eccessivo. La tosatura può inoltre scoprire alcune zone di pelle che andrebbero incontro a scottature.

Con le alte temperature bisogna anche stare attenti a non far camminare i pelosi sulla spiaggia o l’asfalto bollenti.

Alla fine della giornata è poi opportuno lavarli con acqua dolce al fine di rimuovere residui di sabbia e sale marino.

Non dimentichiamoci infine le profilassi antiparassitarie e tutelare i nostri amici contro la Leishmaniosi.

Leggi tutte le notizie su "Lecco"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 06 Agosto 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.